Per il secondo anno nella storia della SBK, la pista del Montmelò è sede dei test invernali, perciò, conosciuta dai piloti presenti in griglia. Lo spiega bene Brembo, azienda che fornisce i dati relativi alle frenate da affrontare al Catalanya Circuit, circuito ritenuto mediamente impegnativo per gli impianti. 

A livello di aderenza, siamo ad un valore molto buono, mentre il tempo speso per le "staccate" ricopre il 31 per cento del totale. I lunghi rettifili aiutano, perché consentono lo smaltimento termico tra una frenata e quella immediatamente successiva.

Tre "zone rosse" al Montmelò


Lo vedete dalla grafica qui sopra: i punti più severi sono segnati in rosso, stesso colore dell'azienda del Kilometro Rosso: a seguito del rettilineo di partenza e traguardo, ecco la violenta staccata da 310 orari ai 96. Mica male come decelarione, perché in uno spazio di 257 metri.

Ma non solo. Occhio anche ai punti numero 7 e 10, nei quali è importante frenare bene la moto e poi inserirla velocemente in curva. Entrambe le pieghe vanno a sinistra e ci sono dislivelli da mettere in conto. Per il resto del tracciato occorre non sottovalutare nulla. Anche gli altri tratti impongono azioni decise e ben misurate.

Michelin e MotoGP, partnership rinnovata sino al 2026