Ed eccoci a Portimao, ultimo atto europeo della SBK iridata. In Portogallo vedremo un KRT Provec carico e determinato, specialmente con la prima punta, Johnny Rea. Il nordirlandese deve e vuole recuperare i 20 punti coi quali sta inseguendo Toprak Razgatlioglu.

E lo farà su un tracciato in cui ci ha vinto ben dodici volte, perciò andrà in uno scenario a lui favorevole: "Mi aspetto molto di più di quanto fatto settimana scorsa - conferma - ed alcuni fattori saranno a nostro favore. Su quella pista sono forte, possiamo capitalizzare".

Forte ma costretto al contrattaco sul turco Yamaha: "Sono con le spalle al muro - le sue parole - e mi piace questa sensaaione. Adoro stringere i denti e combattere, però dobbiamo risolvere i problemi accusati con la gomma morbida. Anche se penso che la copertura soffice sia in vacanza sino al prossimo anno".

Pure Alex Lowes stringe i denti


Infortunato a Barcellona, dolorante e sofferente a Jerez. Alex Lowes ha rinunciato a Gara Due all'Angel Nieto, preferendo non peggiorare la situazione del suo polso destro: "Infatti - spiega - ho dedicato tempo a riposo e fisioterapia. In Andalusia ero veloce e la moto andava bene, però non siamo riusciti a concretizzare".

Occasione solo rimandata? Lo vedremo presto: "Il test effettuato a Portimao era andato bene - promette - quindi siamo piuttosto ottimisti. In Portogallo andiamo avanti, per essere in una posizione migliore. Il fine settimana di Jerez ci ha deluso, ma lo teniamo in prospettiva per continuare più convinti".

Gran Premio di Valencia verso il tutto esaurito