Il week end di Sepang per gli uomini in verde è cruciale. Johnny Rea, con 481 punti è a un passo dalla vittoria del suo primo titolo mondiale, con ben 125 punti di vantaggio sul suo compagno di squadra Tom Sykes. Ma non è ancora finita e la Superpole messa a segno nel sabato di Sepang da Sykes, la 28esima in carriera, mette ben in evidenza che domani in pista vedremo con ogni probabilità una bella “lotta fratricida” tra i piloti Kawasaki, con Rea “confinato” in terza fila in virtù di un errore alla curva 9 durante le SP2. Il poleman Sykes, che è diventato nuovamente padre, dedica la Superpole alla figlia appena nata: “Questo week end è partito alla grande e mia moglie ha appena dato alla luce una bambina. In pista eravamo leggermente indietro, inizialmente, perché avevamo un lungo programma da rispettare, visto il tempo perso ieri a causa della pioggia. Comunque è stata così per tutti, ragion per cui sono abbastanza felice. Abbiamo ottenuto ciò che volevamo in Superpole, così nelle FP4: i setting della moto sono giusti e questo mi ende molto felice. Penso che domani sarà una gara interessante, sono in buona forma e sono molto fiducioso, nonostante le incognite del meteo”. Dopo Sykes tocca a un deluso Rea raccontare cosa è andato storto durante le qualifiche: “Durante la Superpole, alla curva 9, è entrata la folle mentre cercavp di inserire la prima. Non potevo fermare la moto ed è stato molto difficile inserire nuovamente la marcia. Alla fine ce l'ho fatta ma la reazione della moto è stata scomposta, così sono andato largo, rovinando il mio miglior giro: peccato perché avevo il ritmo giusto per stare davanti”. Francesco Colla