L’aveva detto prima del via: “Oggi ci divertiamo”. E ci siamo divertiti davvero, a vedere Davide Giugliano riscattare nel migliore dei modi la scivolata di gara1 e rimanere per tre quarti della seconda manche nella scia delle due “invincibili” Kawasaki. Alla fine, l’italiano ha dovuto tirare i remi in barca a causa dell’usura della gomma, dicendo addio ancora una volta alla sua prima vittoria in Superbike ma conquistando un podio importante, che lo riporta al quarto posto in classifica generale.

“Sono soddisfatto a metà – dice Davide appena sceso dalla moto – avevo analizzato i tempi delle Kawasaki di gara1 e speravo in un loro calo nel finale e invece sono calato io. E stato molto faticoso, negli ultimi giri. C’erano due soluzioni buone per le gomme e io ho preferito rimanere con quelle scelte ieri… loro, invece, non hanno avuto problemi. E’ un bel risultato, avrei voluto la vittoria per dedicarla a Fabrizio Pirovano ma a lui e alle sue figlie, che sono qui oggi a Misano, dedico comunque questo ottimo terzo posto”.