Il prossimo 27 giugno sarà passato un anno dall’ultima gara di Marco Melandri. La MotoGP correva ad Assen e per il ravennate si trattava dell’ultima apparizione in sella all’Aprilia prima della rescissione del contratto. Una decisione arrivata dopo mesi di tribolazioni al box e di malcontenti da parte di Melandri per la scelta della Casa italiana (all’epoca proprietaria del suo “cartellino”) di fargli abbandonare la Superbike per iniziare la nuova avventura nella MotoGP.

ANCORA TU? - Dopo un anno, ancora si parla di Marco Melandri e del suo possibile ritorno nel circus che più gli piace: quello delle derivate di serie. In un momento “storico” in cui la Superbike soffre dal punto di vista mediatico e di pubblico sugli spalti, l’arrivo dell’ex-campione del mondo della 250 potrebbe rappresentare una vera boccata d’ossigeno e tradursi, forse, in un rinnovato interesse per la categoria.

PUCCETTI CI PROVA - Manuel Puccetti, team manager di Reggio Emilia e titolare della squadra che ha vinto il mondiale Supersport nel 2015 con Kenan Sofuoglu (e che probabilmente si appresta a vincerlo di nuovo nel 2016 sempre con il turco) sta lavorando per far andare in porto un progetto che potrebbe vedere Melandri nel 2017 in sella ad una Kawasaki con i “colori” del team italiano, pronto a fare il debutto nella classe regina delle derivate di serie. A Melandri, nell’ipotetico box del Team Puccetti in Superbike, potrebbe far compagnia lo svizzero Krummenacher, oggi compagno di squadra di Sofoglu nella 600.

QUALE KAWA? - Una ZX-10R del tutto simile a quella di Rea e di Sykes. Ora, non sappiamo ancora quanto potrebbe essere vicina, dal punto di vista puramente “meccanico”, a quella dei due dominatori della stagione 2016: Puccetti ne sta parlando con i vertici di Akashi e con lo stesso Melandri (tramite il manager Vergani), che vorrebbe avere delle garanzie tecniche a riguardo.

MESSAGGIO SOCIAL - Ciò che conta è che Puccetti ci sta provando, soprattutto a coinvolgere sponsor che sembrano interessati all’affaire Melandri. Il post da lui pubblicato sul suo profilo ufficiale Facebook parla piuttosto chiaro: “Leggo sempre più fantasie sul progetto Melandri. Molti ne parlano a vanvera, persone, appassionati, siti ecc. Io ho sempre (e solo) detto che sto cercando di mettere in piedi questo progetto con Melandri sbk 2017, sto trovando sempre più appassionati e sponsor che vogliono appoggiarmi ma non è ancora conclusa la ricerca. Domani andrò a trovare Krummenacher a Zurigo dopo l'intervento di ieri alla spalla dx, in quell'occasione ci incontreremo con i suoi sponsor e manager e parleremo del futuro insieme in Supersport o Superbike”. 

Potrebbe essere un messaggio per mettere i famosi “puntini sulle i” o per lanciare un segnale a qualcuno ma rimane il fatto che l’ipotesi è particolarmente suggestiva. Per Puccetti stesso, per Melandri e per gli appassionati della Superbike.