Jonathan Rea e Tom Sykes occupano rispettivamente la prima e la seconda posizione nella classifica mondiale e cercheranno di sfruttare il round americano di Laguna Seca per aumentare ulteriormente il vantaggio.
 
Il nord-irlandese Rea è finora sempre salito sul podio, mantenendo così un record pari al 100%, con sette vittorie e tre doppiette. Il pilota dello Yorkshire, invece, ha conquistato il secondo posto in campionato grazie alla grande prestazione a Donington Park, dove ha vinto entrambe le manche portando a 4 le vittorie in questa stagione.
 
Nella giornata di test svolta a Misano subito dopo l’ottavo round i due piloti Kawasaki hanno dichiarato di essere riusciti a migliorare ulteriormente il pacchetto della Ninja ZX-10R e hanno provato anche alcune gomme date da Pirelli. 
 
Quello di Laguna Seca è uno dei pochi circuiti su cui Rea non ha mai vinto e la sua ambizione di questi giorni è proprio questa.
 
“Sono entusiasta di andare a Laguna Seca perché mi piacciono i round oltreoceano”, ha dichiarato Rea. “L’anno scorso il week end era andato abbastanza bene perché non eravamo così lontani dalle vittorie – avevo ottenuto due terzi posti. Negli ultimi tre round mi sono sentito davvero bene sulla moto e non vedo l’ora di tornare in sella alla Ninja dopo due settimane di stop successive al round di Misano e al test, in cui abbiamo preparato questo appuntamento. C’è un grande supporto in America, soprattutto per Kawasaki e sono impaziente che tutto abbia inizio”.
 
“Sento che abbiamo fatto un buon step in avanti nel test di Misano quindi, considerando questo, non vedo l’ora di essere a Laguna", aggiunge Tom Sykes. "Abbiamo avuto un buon successo lì in passato e amo quel tracciato, oltre ad adorare il paese e le persone. La pista è unica, quando vai a fare un giro in scooter a bassa velocità o anche solo camminando, ti rendi conto di quanto sia incredibile. Quando vai verso il Cavatappi e quando guardi indietro ti sembra che la pista sia lontana, così come il mondo, perché continui a scendere. È speciale e mi piace molto l’esperienza americana, fin da quando atterro”.
 
I piloti sono pronti per affrontare il week end impegnativo in California e le gare saranno disputate sabato e domenica alle 14:30 ora locale (GMT -7).