Il primo turno di prove libere sul circuito del leggendario "Cavatappi" finisce così, con un risultato a sorpresa: il miglior crono non è degli alfieri Kawasaki o Ducati che si contendono il podio ad ogni gara, ma appartiene a Alex Lowes, che in sella alla Yamaha del team Pata ha siglato il crono di 1'23''912, "bruciando" per 59 millesimi Chaz Davies. Il vincitore delle due gare dello scorso anno chiude così il primo turno di prove libere al secondo posto.

Alex Lowes, che sta tornando in forma dopo la frattura della clavicola a Sepang, ha impostato il tempo sul giro sul finale dopo che la sessione era stata interrotta dalla bandiera rossa quando mancavano pochi minuti al termine, a causa di un problema tecnico per Raffaele De Rosa

Alle spalle del portacolori dell’Aruba.it Racing - Ducati Chaz Davies, si è piazzato Jonathan Rea, che si è concentrato maggiormente sul set-up. Il nord-irlandese ha preceduto il pilota della Honda World Superbike Michael van der Mark, che era il secondo più veloce fino a quel momento quando invece ha terminato in quarta posizione. L'olandese ha chiuso la sessione appena davanti al compagno di squadra nonché pilota di casa Nicky Hayden, tornato sulla pista dove in MotoGP ha vinto nel 2005 e 2006.

Una scivolata al Cavatappi non ha impedito a Xavi Forés, pilota del Barni Racing, di impostare il quinto tempo davanti a Niccolò Canepa, sulla seconda Pata Yamaha e al portacolori dell’Althea BMW Jordi Torres, che quando l’anno scorso era ancora un rookie aveva ottenuto la prima fila a Laguna Seca.
 
Davide Giugliano e la sua Ducati ufficiale hanno terminato le FP1 in nona posizione, davanti al secondo pilota KRT Tom Sykes che ha concluso la top ten.
La coppia del team IodaRacing, Lorenzo Savadori e Alex De Angelis, è rispettivamente in undicesima e dodicesima piazza davanti a Roman Ramos, Karel Abraham e Anthony West che terminano la top 15. Assente in questo primo turno Leon Camier che scenderà comunque in pista nelle FP2 con la MV Agusta.