Il rookie del mondiale Superbike Lorenzo Savadori ha sorpreso tutti sull'Aprilia dello IodaRacing Team e ha ottenuto il miglior crono della sessione di prove libere del pomeriggio al Pirelli German Round. Il padrone di casa e pilota dell’Althea BMW Racing Team, Markus Reiterberger, ha fatto un grande ritorno dopo l’infortunio e si è piazzato la seconda posizione, mentre il pilota del Kawasaki Racing Team Tom Sykes ha messo a segno un gran giro con cui ha terminato in terza posizione.
Il campione del mondo in carica Jonathan Rea ha lottato per tutta la sessione e sul finale non è riuscito a entrare nella top 10, chiudendo undicesimo. Questa è la prima volta in questa stagione che il nord-irlandese ha concluso il venerdì fuori dalla top ten.
 "Il mio giro buono non è stato di certo perfetto, ma il risultato è stato di certo positivo", ha detto Savadori. "Per tutto il turno ho girato da solo, poi nell'ultimo run davanti ma lontano da me ho visto Sykes, ma non mi ha aiutato di certo. Eravamo certi nel box di poter migliorare i tempi di questa mattina ed è stato bello riuscirci. Il mio è stato un ottimo giro singolo, per il passo gara, invece, dobbiamo ancora lavorare, anche perché non avendo fatto alcun test qui non conosco ancora così bene la pista. Non è stato facile per me riprendere tutti gli automatismi dopo tanto tempo senza salire in sella. Ma nel box abbiamo lavorato bene e devo ringraziare i ragazzi del Team Iodaracing e di Aprilia che si stanno impegnando molto. Ora speriamo solo che il meteo non ci tradisca, anche se le previsioni non dicono nulla di buono".
 
Il Lausitzring rappresenta una notevole sfida per i piloti e diversi sono caduti nelle curve 6 e 12. La sessione è stata fermata dalla bandiera rossa per 21 minuti a causa di detriti lasciati in pista dopo la caduta di Josh Brookes, alla curva 12, che ha danneggiato la sua Milwaukee BMW. Per fortuna l’australiano ha potuto lasciare la pista sulle sue gambe.
 
Nel frattempo Chaz Davies è stato costante durante la sessione e ha ottenuto il quarto tempo davanti a Nicky Hayden quinto, con l’Honda World Superbike team. Sylvain Guintoli (Pata Yamaha Official WorldSBK Team) ha invece concluso il turno in sesta posizione e si è comodamente classificato per la Tissot-Superpole 2. 
 
Jordi Torres (Althea BMW Racing Team) ancora una volta ha dimostrato di essere un forte avversario in vista delle gare del fine settimana e dopo aver dominato per la maggior parte del tempo, ha firmato il settimo miglior crono.
 
Il 26 enne Alex Lowes (Pata Yamaha Official WorldSBK Team) è stato una delle prime vittime delle buche alla curva 6, dove ha avuto un incidente durante la metà della sessione, ma nonostante questo ha concluso con un’ottava posizione.
Leon Camier (MV Agusta Reparto Corse) – uno dei pochi piloti che non ha fatto test sul tracciato durante l’estate – ha portato la sua MV Agusta in nona posizione e questo fa immaginare che il talento inglese potrà essere un protagonista importante delle qualifiche e delle gare sul nuovo circuito.
Per finire Michael van der Mark (Honda World Superbike Team) ha concentrato tutti i suoi sforzi per completare la top ten e ce l’ha fatta, quindi domani disputerà direttamente la Tissot-Superpole 2.