La Dorna ha diffuso il calendario provvisorio della stagione 2017. Il primo dei tredici round in programma è fissato per il 24/26 febbraio a Phillip Island (Australia), ormai “storica apertura” del mondiale. Il 10/12 marzo il circus delle derivate di serie si sposterà a Buriram (Thailandia) mentre la prima gara europea sarà in Spagna, ad Aragon (31 marzo-2 aprile). All’università del motociclismo, ovvero l’olandese Assen, si andrà il 28-30 aprile mentre la prima tappa italiana è prevista il 12-14 maggio a Imola. Donington sarà la sesta, dal 26 al 28 maggio mentre l’altra gara di casa nostra, Misano, è programmata il week-end del 16-18 giugno. 

NIENTE REPUBBLICA CECA. PER ORA - Il 7-9 luglio, le sole Superbike voleranno in America per affrontare l’affascinante Laguna Seca mentre in piena estate, il 18-20 agosto, si tornerà in Europa per l’evento tedesco di Lausitzring. Il 15-17 settembre, dopo un anno di assenza, ecco il rientro della spettacolare Portimao (Portogallo). Magny Cours (Francia) aprirà il trittico finale dal 29 settembre al 1 ottobre. La dodicesima tappa, invece, non è ancora stata comunicata ma si correrà dal 13 al 15 ottobre: difficile, per il periodo “freddo” che possa essere la precedentemente annunciata Brno (non è stato trovato l’accordo?) ma a questo punto… mai dire mai. La stagione, come da contratto, verrà chiusa a Losail (Qatar) il 2-4 novembre.
Annunciate anche le date e le piste dei test ufficiali: il 20-21 febbraio, come da tradizione, i piloti saranno in pista a Phillip Island una settimana prima della doppia sfida d’apertura. Il lunedì dopo Aragon ci si fermerà sulla pista spagnola per un’altra giornata di prove e lo stesso si farà il 18 settembre a Portimao, dopo le due manche portoghesi.

Melandri in pista a Jerez - FOTO