"Come primo test del 2017, tutto sommato possiamo essere soddisfatti. È sempre un po’ difficile fisicamente perché veniamo da due mesi di pausa, ma abbiamo ripreso gradualmente gli automatismi". Sono queste le prime impressioni del pilota gallese, che ha concluso la due giorni di test siglando il quinto miglior tempo e fermando il cronometro sull'140''324, a 11 millesimi dal nuovo compagno di squadra Marco Melandri.

Ad entrambi i portacolori Ducati SBK è stato chiesto di seguire un programma dettagliato per valutare  aggiornamenti di motore, elettronica e ciclistica. Davies ha percorso 131 giri.

"Ducati ha portato molte novità e, nonostante abbiamo valutato gli aggiornamenti più importanti, la lista è ancora lunga e ci resta del lavoro da fare a Portimão", ha commentato Davies.  

"Siamo comunque riusciti a migliorarci nell’arco delle due giornate, anche mischiando un po’ le carte con il setup. Le prove servono a questo, seguire un programma metodicamente per affrontare nuove sfide. Se dovessimo correre domani, probabilmente useremmo un assetto più familiare, ma in questo momento è più importante continuare con lo sviluppo prima di andare in Australia”, ha concluso il pilota gallese.