Il circuito di Assen si appresta ad ospitare il prossimo round del mondiale Superbike. Per gli amanti delle statistiche, WorldSBK.com ha raccolto alcune statistiche. A cominciare dal numero di gare disputate: 50, che lo rendono secondo soltanto a Phillip Island, che ne annovera 53.

I piloti britannici hanno vinto più della metà delle gare disputate ad Assen: 26 su 50.

Non meno di 19 piloti diversi hanno vinto una gara del WorldSBK ad Assen. Due di loro, Rea e Sykes si sono laureati campioni del mondo. Curiosamente Troy Corser, vincitore di due mondiali, non è tra i 19, nonostante abbia corso qui 30 volte e sia finito 7 volte a podio.
 
Il record di vittorie appartiene a Carl Fogarty: il britannico ha vinto 12 delle 16 gare disputate ad Assen.
Fogarty ha vinto 8 gare di fila tra il 1993 ed il 1996. Jonathan Rea lo segue con 9 vittorie.
 
Kawasaki può diventare il primo costruttore a fare 6 pole consecutive ad Assen. Al momento condivide con Ducati (1992 – 1996) la striscia più lunga con 5 pole.
 
Tom Sykes con 4 pole detiene il record di Assen. Con 3 lo seguono Troy Corser (1995, 1999 e 2006) e Frankie Chili (1998, 2003 e 2004).
 
Solo due piloti hanno vinto all’esordio ad Assen: Chris Walker nel 2006 e Sylvain Guintoli nel 2012.
 
Il campione mondiale in carica Jonathan Rea correrà la sua duecentesima gara domenica ad Assen, proprio sul circuito nel quale ha vinto di più: 9 vittorie e 12 podi. Rea è andato a podio in 94 delle 198 gare e considerando le sue recenti prestazioni potrebbe essere in grado di raggiungere il 50% dei podi. Dal 2015 è andato a podio 52 volte in 58 gare, con un record di 89%.
 
Nella storia del WorldSBK c’è un solo pilota con più di 200 gare disputate e con una percentuale di più alta di quella di Rea: Carl Fogarty ha totalizzato 109 podi in 219 gare, cioè il 49,8%.