La sfida Ducati-Kawasaki a Imola è già iniziata. Dopo il miglior tempo di Rea nelle prime libere di stamattina, nel pomeriggio è Chaz Davies a centrare il primo posto al termine della seconda sessione.

MEZZO SECONDO - Il portacolori del Team Aruba.it ha portato in vetta la Ducati Panigale grazie al crono di 1’46”229. Un tempo già piuttosto significativo. Per due motivi: il primo è che è migliore di quasi mezzo secondo rispetto al tempo limite del rivale numero uno (campione del mondo in carica e assoluto leader della classifica), Jonathan Rea. Il secondo è che il duello tanto atteso tra Ducati e Kawasaki, a casa della “rossa”, è già iniziato. 

MELANDRI C'E' - A dimostrarlo ci sono anche il terzo e il quarto classificato, ovvero Tom Sykes (a otto decimi dal leader) e Marco Melandri (a nove decimi). Uno sulla Kawasaki, l’altro sulla Ducati. Il che rafforza ancora di più il “binomio” che dovrebbe infiammare, domani e domenica, il pubblico sugli spalti di Imola. A chiudere la top five, Xavi Fores con la Panigale privata del Barni Racing Team. Lo spagnolo è sempre più una conferma del campionato e, probabilmente, candidato il prossimo anno ad un posto da “ufficiale”. 

HONDA INSEGUE - Seguono Alex Lowes con la Yamaha R1 del Team Paga, poi Leon Camier, di nuovo al suo (alto) livello con l’unica MV Agusta F4 in gara e l’altra rivelazione di questa prima parte di campionato, Leandro Mercado, ottavo con l’Aprilia firmata IODARacing. Completano la top ten Eugene Laverty (Aprilia Milwaukee) e Jordi Torres con la BMW Althea. La prima Honda in classifica è quella di Bradl (addirittura dodicesimo) seguita dalla sorella gemella guidata da Hayden. Attesi domani al riscatto gli altri italiani De Angelis, Russo, Badovini, Savadori e De Rosa, oggi finiti in fondo alla classifica.