Marco Melandri conclude terzo gara1 sul circuito di Portimao, portando a casa un podio prezioso. Un risultato che il ravennate ha difeso con le unghie da un sorprendente Leon Camier, particolarmente ispirato quest’oggi in sella alla sua MV Agusta.

PROBLEMI DI GRIP - “È stata una gara difficile - ha dichiarato Marco Melandri - A dire la verità sono contento solo per il podio, per la gara non tanto. Purtroppo abbiamo dovuto cambiare gomma all’ultimo, quella al posteriore, e il grip era pochissimo. Con questo setup non riuscivo a guidare. Ho dovuto cercare di cambiare modo di approcciare alla moto e frenare più forte; sono andato in crisi col davanti praticamente da subito e in pratica non sono mai riuscito a guidare veramente”.

MV INSIDIOSA - A rendere ancora più complicata la situazione di Marco, un arrembante Leon Camier: “Camir stava venendo su veramente molto forte alla fine. Ho cercato di fare del mio meglio, sapevo su quali curve ero più in difficoltà e ho cercato di limitare i danni e poi cercavo di andare forte dove pensavo di poter essere veloce. È stato bravo, anche perché ha potuto lavorare con questa gomma fin da ieri”.

Il podio è per tutti i ragazzi della squadra che hanno fatto un grande lavoro. Per domani vediamo, vorrei giocarmi almeno il podio con Chaz”.