Davide Giugliano è riuscito ad andare a punti in entrambe le gare svolte a Magny-Cours e spera di continuare lo sviluppo della nuova Fireblade CBR1000RR SP2 in questi ultimi appuntamenti stagionali.

Il pilota romano è forte di una grossa esperienza in Superbike, con 117 partenze, ma sulla pista spagnola ha ottenuto risultati altenanti e sulle sei gare disputate qui finora è andato a punti tre volte.

“Arriviamo a Jerez dopo il positivo week end di Magny-Cours, dove abbiamo lavorato sodo e abbiamo migliorato il pacchetto", spiega Giugliano. "Penso che abbiamo intrapreso la giusta direzione, quindi ora non vedo l’ora di arrivare a Jerez, che è una delle mie piste preferite e dove sono sempre stato competitivo. Punto a migliorare la moto e a divertirmi”.

C'E ANCHE TAKAHASHI - Il giapponese Takumi Takahashi è pronto a tornare a schierarsi con la Honda nelle gare in Spagna, reduce da un piazzamento nella top 10 e di un 15esimo posto all’Autodromo Internacional do Algarve, che è stato il suo ultimo round alla guida della Fireblade.

L’esperienza sulla pista di Jerez giocherà a favore del giapponese. 

Avevo svolto un test a Jerez con la MotoGP”, ha commentato Takahashi. “Quindi conosco già la pista, che è senza dubbio un grande aiuto in vista del mio secondo round del WorldSBK. L’ultima volta a Portimão ho conosciuto questa versione della Fireblade e ho iniziato a capire il comportamento delle gomme Pirelli, quindi adesso sono impaziente di scendere nuovamente in pista.
"Il team lavora molto duramente e il loro supporto è importante; darò il massimo e speriamo di poter ottenere un buon risultato insieme”, conclude Takahashi.