Dieci piloti in un secondo. Sul circuito di Villicum, in Argentina, almeno in prova la Superbike sembra tornata quella dei tempi d’oro. La pista, entrata per la prima volta quest’anno in calendario, ha per ora “livellato” le performance dei piloti ma in testa c’è sempre il dominatore della stagione 2018.

MACIO E’ IN SCIA - Jonathan Rea, infatti, ha chiuso al top la prima giornata di prove libere (tre sessioni) grazie al tempo di 1’39”914. Il nordirlandese è stato l’unico ad abbattere il muro del minuto e quaranta, mettendosi alle spalle Marco Melandri (ancora alla ricerca di una guida per il 2019) con la Ducati e la sorpresa Toprak Razgatlioglu, in terza piazza in sella alla Kawasaki del Team Puccetti.

OK SAVADORI - Seguono Lowes e Savadori (secondo italiano tra i primi cinque), poi Camier, Davies, il padrone di casa Mercado, Laverty e Fores, che completa la top ten. Male, per ora, Van der Mark (undicesimo), Baz (tredicesimo) e Sykes, solo 14esimo a un secondo e due decimi dal compagno di squadra e leader della classifica.