Jonathan Rea sta continuando a scrivere la storia del mondiale Superbike: maggior numero di titoli, maggior numero di vittorie, maggior numero di podi: il 2018 è stato un anno estremamente positivo per Jonathan Rea.

Nel round argentino Rea si è ripetuto: con una doppietta mozzafiato sul Circuito San Juan Villicum, il quattro volte campione del mondo ha raggiunto un altro traguardo nella storia del campionato mondiale Superbike: dieci vittorie consecutive. Prima del pilota Kawasaki nessuno era riuscito a vincerne più di nove.

I PRECEDENTI - Colin Edwards è stato il primo ad arrivare a nove vittorie, nel 2002, con la famosa vittoria di Imola. Qualche mese dopo, nella stagione 2003, Neil Hodgson ha conquistato le prime nove vittorie laureandosi campione del mondo a fine anno. ma nessuno dei due è mai riuscito a raggiungere la doppia cifra. Nemmeno Rea, che fino a domenica vantava cinque successi consecutivi come miglior risultato, nel 2017. 

LA GARA CON IL VIRUS - "È davvero speciale arrivare a un nuovo tracciato, dove tutti partono da zero ed essere in grado di ottenere lo stesso tipo di risultati. Essere veloci con il caldo e non consumare le gomme è stata la chiave della gara. È stata probabilmente la vittoria più difficile, partendo della terza fila della griglia”, ha detto Rea riferendosi a gara2.

“Tutti usavano le stesse traiettorie, quindi dovevo impostare i sorpassi con qualche curva in anticipo. Una volta presto il mio ritmo, sono riuscito ad abbassare i tempi sul giro e a sorpassare gli avversari. Quando sono arrivato Fores, ho avuto qualche problema di sorpassarlo.

Oggi è stata difficile perché mi sono preso una specie di virus”, ha aggiunto Rea. "Sono stato male tutta la notte dall'una alle cinque di questa mattina. E' stato bello avere la gara alle 4 del pomeriggio perché la maggior parte del giorno ho dormito, recuperando energie”, ha concluso Jonathan Rea.