Nei giorni di EICMA è stata annunciata la partecipazione al mondiale Superbike del Team Motocorsa di Lorenzo Mauri, e inizialmente qualche media ha riportato la notizia che la compagine lombarda dovesse partecipare con la nuova Ducati V4 a tutte le tappe europee del mondiale Superbike con Lorenzo Zanetti. Di qui la smentita del team principal Lorenzo Mauri.

Stiamo lavorando con il massimo impegno per raccogliere il budget necessario per disputare tutte le 8 prove europee del campionato SBK 2019, ma al momento l’obiettivo non è ancora stato raggiunto”, ha precisato Lorenzo Mauri. “Ad oggi possiamo dichiarare che parteciperemo sicuramente al Campionato Italiano Superbike con tre piloti, ed alle due prove del mondiale Superbike di Imola e di Misano con un pilota wild card”.

AD ALTO LIVELLO - Mauri ha aggiunto che “il Motocorsa Racing team si è sempre distinto per la propria serietà e per aver sempre rispettato gli accordi presi ed è ovviamente nostra intenzione proseguire su questa strada. Di conseguenza parteciperemo al mondiale solo se, e quando, avremo a disposizione il budget necessario per competere ad alto livello. In caso contrario resteremo nel CIV e disputeremo le due wild card italiane del mondiale”.
Nessuna conferma per quanto riguarda i piloti, a parte le priorità a Lorenzo Zanetti e a Riccardo Russo, che hanno già corso con la compagine guidata Mauri quest’anno.

A questo punto, sono tre le Ducati V4 confermate nel mondiale Superbike del prossimo anno: quelle ufficiali di Chaz Davies e Alvaro Bautista e quella di Michael Ruben Rinaldi nel team Barni Ducati. Per il team Motocorsa non ci resta che attendere