Nella prima giornata di prove libere sulla pista spagnola di Aragon il rookie del mondiale Superbike Alvaro Bautista non ha deluso le aspettative e ha siglato il miglior crono sia nel primo che nel secondo turno di qualifiche: con il tempo di 1'49''607 è stato l'unico a scendere sotto il muro dell'1'50'' e ha staccato di oltre mezzo secondo i suoi inseguitori.

SORPRESA LOWES - A sorpresa, però, questa volta alle spalle di Bautista non si è piazzato Jonathan Rea, ma il suo connazionale Alex Lowes, che ha messo a segno il secondo miglior crono in sella ad una Yamaha che diventa sempre più competitiva, anche se si piazza a 5 decimi dal miglior giro di Bautista. Jonathan Rea invece ha dovuto accontentarsi della terza posizione nella tabella dei tempi di oggi, a 23 millesimi da Rea.

Quarta casa presente nelle prime quattro posizioni è BMW, con un ritrovato Tom Sykes che ha siglato un crono di pochi centesimi superiore a quello del suo ex compagno di squadra Jonathan Rea.

Quinto tempo per il primo degli indipendenti, Eugene Laverty: l’irlandese ha consolidato il lavoro iniziato dal suo team in Thailandia e ha portato la Ducati panigale V4R del team GoEleven in quinta posizione davanti al campione mondiale della Supersport Sandro Cortese, sestoe secondo degli indipendenti sulla Yamaha GRT.

LA TOP TEN - Continua il processo di adattamento  alla Kawasaki, ma è rimasto lontano dalla vetta dopo una sessione che non l’ha visto tra i protagonisti. Il pilota inglese ottiene il settimo tempo delle combinate, davanti al tedesco Reiterberger con la BMW ufficiale.

Atteso ad un riscatto, Chaz Davies, cinque volte vittorioso qui a Valencia, non ha mantenuto le promesse: il gallese della Ducati ha concluso la sessione col nono crono: ha dovuto fare i conti con diversi problemi in pista ma spera di trovare delle soluzioni valide prima della prima gara di domani.

A completare la top ten Michael Ruben Rinaldi, terzo degli indipendenti con la Ducati del team Barni. Il romagnolo è l’ultimo dei piloti a girare sotto l’51’. Marco Melandri, infatti, undicesimo con la Yamaha GRT, ha concluso la giornata con il miglior crono in 1’51'053, 50 millesimi più veloce della Yamaha ufficiale di Van der Mark.

È stato un giorno difficile per i piloti del Moriwaki Althea Honda Team, Leon Camier e Ryuichi Kiyonari hanno chiuso rispettivamente in 16esima e 17esima posizione. Diciottesimo crono per la Honda Althea di Alessandro Delbianco.

 

Qui i tempi della prima giornata di prove libere.