Il mondiale Superbike si prepara con il quarto round del calendario in programma questo weekend sul prestigioso circuito olandese di Assen, che si trova a circa 200 km da Amsterdam. Alvaro Bautista arriva da tre triplette consecutive: uno stato di grazia che lo ha reso imbattibile fino a questo momento. C’è anche da considerare che Ducati ha conquistato 24 vittorie sulla pista di olandese, diventando la squadra più vincente ad Assen, ma sono 6 anni che un pilota di Borgo Panigale non sale sul gradino più alto del podio.

I RECORD DI ARAGON - “Per fortuna c’è poco tempo fra una gara e l’altra, dopo un weekend come quello di Aragón non vedo l’ora di risalire in moto”, ha dichiarato Alvaro Bautista.

Il triplo trionfo siglato ad Aragon, ha portato alla Casa di Borgo Panigale la vittoria numero 350 nel mondiale delle derivate di serie dal suo inizio nel 1988; poi, nove vittorie nelle prime nove gare della stagione hanno eguagliato la striscia vincente di Hodgson nel 2003, e infine Bautista è il primo pilota iberico a vincere su una pista spagnola da Ruben Xaus nel 2007.

UN TRACCIATO CONOSCIUTO - “Assen sarà una pista nuova per la Panigale V4 R, peraltro come tutti i circuiti in questa stagione, ma con caratteristiche diverse rispetto ai primi tre round”, ha aggiunto Bautista.

Anche se abbiamo pochi dati, conosco bene il tracciato avendo corso in passato in altre categorie. Il nostro obiettivo sarà sempre lo stesso: lavorare duramente per stabilire il miglior set-up e prepararsi al meglio in vista delle gare di sabato e domenica. Come sempre qui ad Assen l’unica incognita potrebbe essere il meteo, a maggior ragione scenderò in pista con un’ulteriore motivazione”, ha concluso Bautista.

IL RITROVATO DAVIES - Il round di Aragon potrebbe aver segnato una svolta per il compagno di squadra Chaz Davies che è salito sul podio in entrambe le manche con due terzi posti. Come Bautista, il 32enne pilota gallese conosce bene il tracciato olandese dove, pur non avendo mai vinto, ha ottenuto tre volte il secondo posto con la Panigale bicilindrica nel 2015 e nel 2016.
  
“Abbiamo dimostrato buoni progressi ad Aragón, quindi spero di poter sfruttare il momento e mantenere questo livello anche per il prossimo weekend ad Assen”, ha detto Davies. “La pista olandese ha una configurazione particolare e richiede uno stile di guida diverso, ma ora il feeling è migliorato in sella alla Panigale V4 R e con il team abbiamo fatto notevoli progressi di messa a punto della moto. Il mio obiettivo sarà quello di inserirmi nella lotta per il podio, e dimostrare nuovamente il nostro potenziale”.