Il mondiale Superbike è entrato nel vivo del suo penultimo round con la tappa in Argentina sul circuito San Juan Villicum. Nel sabato della Superpole che precede gara1 la pole si è decisa su una pista pulita e sotto il sole ed è stata siglata da un Alvaro Bautista in grande forma sulla Ducati ufficiale. Lo spagnolo è tornato in pole dall’ultima volta ad Assen e lo ha fatto al debutto a San Juan, davanti a Michael van der Mark - autore del secondo crono. Jonathan Rea ha provato a siglare la pole all’ultimo giro ma alla fine partirà con il terzo tempo.

BENE RINALDI - A inizio sessione i piloti sono scesi in pista con circospezione perché il tracciato era ancora sporco in alcuni punti. Loris Baz sulla Yamaha di Ten Kate, è stato protagonista di un brutto highside all’ultima curva, fortunatamente senza conseguenze. Dopo i primi dieci minuti inaugurali, Alvaro Bautista era già in testa con un ottimo Alessandro Delbianco sesto. Problemi tecnici per il pilota di casa Leandro Mercado, alfiere del team Orelac Racing VerdNatura, che non ha potuto compiere neanche un giro a causa di problemi tecnici che lo faranno partire dal fondo della griglia.

A circa dieci minuti dalla fine l’ordine delle prime posizioni era già delineato, con Bautista in cima alla tabella dei tempi davanti a Michael van der Mark e al riconfermato campione del mondo Jonathan Rea.

Dopo essere stato il migliore nella FP3, Toprak Razgatlioglu è il quarto e primo pilota indipendente. Alex Lowes ha chiuso quinto ed entrambe le Pata Yamaha sono nei primi cinque, mentre Michael Ruben Rinaldi, alfere del team Barni, si è assicurato la seconda fila per la seconda volta consecutiva.

GLI ALTRI - Chaz Davies apre invece la terza fila con la Ducati ufficiale e precede la grande sorpresa del fine settimana Alessandro Delbianco: il portacolori del team Althea Mie è alla sua miglior Superpole di tutto il 2019. Delbianco partirà davanti alla coppia delle GRT Yamaha formata dal campione del mondo uscente della Supersport Sandro Cortese e dal poleman del 2018 a San Juan, Marco Melandri, che oggi è autore del decimo tempo.

Fuori dalla top ten il campione del mondo Superbike 2013 Tom Sykes sulla BMW, soltanto 13° davanti a Leon Haslam, che scatterà con la Kawasaki dalla 14a casella. Loris Baz è diciottesimo. 

Qui i risultati della Superpole.