In Qatar è andata in scena l’ultima Tissot Superpole della stagione 2019 del mondiale Superbike, che come di consueto stabilisce la griglia di partenza per Gara 1 e per la Superpole Race di sabato. Con un giro perfetto Jonathan Rea sula Kawasaki ufficiale ha conquistato la 23esima pole della sua carriera. 

ALTI E BASSI - Dopo i primi tre giri del turno Alex Lowes era in testa alla tabella dei tempi, con la Yamaha ufficiale. Particolarmente veloce anche la Yamaha GRT di Sandro Cortese, in terza posizione a 16 minuti dalla fine, mentre Michael van der Mark, compagno di squadra di Lowes, era inizialmente quinto davanti a Loris Baz sulla Yamaha di Ten Kate Racing. Inizialmente Rea viaggiava al secondo posto nella classifica provvisoria e Toprak Razgatlioglu quarto sulla Kawasaki Turkish Puccetti Racing.

Negli ultimi 15 minuti della sessione, però, Sandro Cortese ha rilevato il secondo posto da Jonathan Rea mentre il pilota più veloce di tutti nelle prime libere, ovvero Chaz Davies era in decima piazza.  

IL RUSH FINALE - Poi le gomme da qualifica hanno dato i loro risultati: Jonathan Rea le ha messe su per primo e ha siglato il tempo di 1’56.246, conquistando la pole position e staccando di quasi 2 decimi Alex Lowes che ha confermato il passo che vale il secondo posto. Sandro Cortese si è assicurato la terza casella in griglia e prenderà per la terza volta dalla prima fila in questo 2019. 

Tom Sykes è risalito in quarta posizione davanti al suo ex compagno di squadra Loris Baz. Leon Haslam chiuderà la seconda fila in sesta casella.

La Ducati di Alvaro Bautista apre la terza fila: lo spagnolo ha chiuso il turno più indietro di dove avrebbe voluto su un tracciato che conosce bene. Michael van der Mark ha finito all’ottavo posto davanti a Markus Reiterberger. Toprak Razgatlioglu completa la top ten  con un ritardo di un secondo e tre decimi da Rea. E’ in lizza per il terzo posto in classifica, ma partirà piuttosto indietro.

Chaz Davies, dopo aver chiuso al comando la giornata di giovedì, è soltanto 12° dietro a Leandro Mercado. Indietro anche chi ha già vinto a Losail come Jordi Torres, portacolori del teamTeam Pedercini Racing, 14°, ma anche Eugene Laverty, del Team Goeleven, 16°, e Marco Melandri che ha chiuso al 17° posto la sua ultima sessione di Tissot Superpole in vista del ritiro a fine stagione.

Qui la classifica della Superpole in Qatar.