Il Cannibale non è un soprannome dato a caso. Johnny Rea ha deciso di prendersi tutto nell'ultimo week end della stagione: tre vittorie su tre, titolo costruttori e anche maggior numero di primi posti nel 2019. Stavolta però la dedica è speciale: «Volevo vincere questa gara per mia nonna che non sta bene. Volevo darle questa soddisfazione e ci sono riuscito. Questa gara è per lei. Devo ringraziare il team che è stato grande. Abbiamo cambiato tanto di gara in gara ma ha funzionato tutto alla perfezione. Non sarei mai riuscito a fare una stagione del genere senza il mio team».

Si chiude con un terzo posto l'avventura di Alvaro Bautista sulla Ducati. Il pilota spagnolo è stato l'antagonista di Rea solo per la prima parte della stagione: «Bello finire la stagione con un podio, contento di aver ritrovato il feeling con la moto. In superpole abbiamo trovato il setting giusto anche per gara 2. Ringrazio Ducati per il supporto che mi ha dato, ma ora guardo avanti, alla prossima stagione».

Secondo al traguardo, un sorridente Chaz Davies, sull'altra Ducati: «Sono molto felice di finire la stagione così, Ducati ha lavorato tanto, spero in un futuro radioso».