1 di 2

Il weekend del Qatar ha sancito la chiusura della stagione 2019 del mondiale Superbike e ha offerto un palcoscenico d’eccezione per Jonathan Rea, che ha messo a segno un weekend perfetto della stagione.

Come sempre, ci siamo divertiti ad assegnare dei ‘voti’ ai piloti. Fateci sapere se siete d’accordo con noi!

Jonathan Rea – Inarrestabile: 10 e lode

Pur essendo già matematicamente campione del mondo, Rea non ha smesso per un attimo di essere combattivo: ha messo a segno la pole position e poi ha siglato una tripletta straordinaria, che gli era riuscita soltanto una volta durante la stagione, a Donington.

Alvaro Bautista – Dignitoso: 8

Alla sua ultima uscita sulla Ducati ufficiale, nella Superpole non ha brillato, concludendo soltanto settimo, però in gara1 ha concluso quarto ed è andato sul podio nella Superpole Race e in gara2, cogliendo rispettivamente un secondo e un terzo posto. Niente a che vedere con l’inizio di stagione, ma comunque positivo e vicecampione.

Alex Lowes – Solido: 8

In Qatar era in ballo la terza posizione nel mondiale, con tre piloti a contendersela: Lowes è stato bravo a infilare due podi in Gara1 e nella Superpole Race – dopo un bel secondo posto in Superpole -  e con la quarta posizione in Gara2 si è assicurato il podio iridato battendo il suo compagno di squadra van der Mark.

Michael van der Mark – Poco incisivo: 6,5

E’ arrivato all’ultimo round con un punto di distacco dal suo compagno di squadra Alex Lowes. Ma il suo weekend era iniziato in salita, con l’ottavo posto in Superpole. Poi l’olandese è riuscito issarsi in sesta posizione in gara1 e nella Superpole Race. Con il settimo posto in Gara2 ha perso il podio in campionato.

Toprak Razgatlioglu – Sfortunato: 6

Soltanto decimo in Superpole, alle prese con problemi con il caldo, in gara1 era risalito fino alla quinta piazza, ma poi un un’uscita di pista lo ha costretto fuori dalla top ten. Nella Superpole Race non ha potuto prendere il via per un problema elettronico. In gara2, l’ultima con il team Puccetti, il turco ha concluso con un deludente quinto posto, che vale la stessa posizione anche in campionato.

1 di 2