Giusto il tempo di presenziare all’EICMA di Milano e poi partire per i test di Aragon. Kawasaki, Ducati e Yamaha. Queste le tre Case impegnate in pista e, guardando i risultati della stagione conclusasi da poco e le premesse invernali, le papabili candidate al titolo. Aspettando con grande interesse Honda e osservando le evoluzioni di BMW.

INTOCCABILE - Jonathan Rea è, giustamente, intoccabile. Il cinque volte iridato parte con la stessa e solita determinazione, ovvero, quella di aggiungere un campionato e tante coppe sulla già carica ed ingombrata bacheca dei trofei. Ce la farà il Cannibale anche stavolta? Non potendo disporre di un modello ZX-10RR inedito, il team KRT farà valere la propria competenza tecnica, portando in pista alcune evoluzioni spedite dal Giappone. Johnny non vede l’ora di salire in sella, come ci ha raccontato nella nostra intervista video, per capire come lavorare in ottica futura.

ECCO LOWES - Al suo fianco, uno dei rivali storici, praticamente sempre battuto. Alex Lowes, fresco acquisto e voglioso di far bene con la Verdona. Dopo anni in Yamaha, il britannico passa a Kawasaki, costituendo con Rea un duo completo, forte, minaccioso. L’unico dubbio è: il nordirlandese ed il pilota del Linconshire andranno d’accordo?! Con Haslam, il campione non ha avuto problemi: mentre il primo vinceva, il secondo faticava a raggiungere posizioni da podio. Gli equilibri della squadra saranno delicati se le prestazioni tra la moto numero 1 e la 22 saranno simili, altrimenti, nessuno tocchi il Re e avanti così.