Ha ricominciato da dove aveva lasciato. Jonathan Rea è sceso in pista nella prima giornata di test ad Aragon quando la pioggia ha cessato di scendere, siglando il miglior crono in 1’50’’416, non molto lontano dal record della pista di Alvaro Bautista.

Alla fine della giornata il Cannibale è sembrato soddisfatto della Kawasaki con cui dovrà difendere il titolo nel 2020: «Nonostante le non perfette condizioni atmosferiche (pioggia la mattina e temperature basse nel pomeriggio, ndr), le prime impressioni sono buone, anche se non ho potuto spingere più di tanto. Sono stato prudente ma sarà necessario essere più veloci per studiare gli aspetti tecnici. Con il team lavoro molto bene, non mi hanno messo pressione, buona l'intesa anche con Lowes. Rispetto allo scorso anno non sono cambiate molte cose, era il potenziale che mi aspettavo».

 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram

The force is strong with this one! #wintertest @geebeeimages

Un post condiviso da Jonathan Rea (@jonathan_rea) in data: