Non è stato un compagno di squadra facile Jorge Lorenzo per Andrea Dovizioso, in Ducati, ma nonostante tutto tra i due non è mai mancato il rispetto. Dovizioso è stato interpellato sulla notizia clamorosa della giornata e ha spiegato: “Tutti siamo rimasti sorpresi quando abbiamo ricevuto la comunicazione della conferenza, ma non lo siamo stati della notizia. In molti si chiedevano perché non l’avesse fatto prima, solo perché Jorge è un campione che non può prendere 40 secondi al termine di una gara. Non poteva continuare questa situazione e non aveva alternative per cambiare, nel breve tempo. È qualcosa che fa strano, lo scorso anno si era ritirato Dani (Pedrosa) , quest’anno lui. Essendo un loro coetaneo mi fa un po’ effetto. Sono piloti che hanno vinto tantissimo”.

Lorenzo è stato spinto a prendere questa decisione da un insieme di fattori e Dovizioso ha affermato: “Avere Marquez come compagno di squadra non lo ha aiutato sicuramente, ma il distacco tra le loro prestazioni non lo collego direttamente a Marquez. Lorenzo si è sempre lamentato di non essere al 100% fisicamente, non so quanto questo abbia influito con il suo difficile adattamento alla moto”. Infine “Dovi” ha parlato di quanto Lorenzo è stato importante nei due anni che hanno passato insieme e ha detto: “Avere un campione come lui nel box era qualcosa di speciale. Nel senso che ti faceva avere maggiori dettagli, c’era sempre qualcosa da rubargli e da studiare nel suo stile di guida per provare a essere sempre più veloce”.