Un debutto davvero niente male quello dell’americano Garrett Gerloff, arrivato dal Texas per disputare la sua prima stagione del mondiale Superbike in sella alla Yamaha del team GRT.

Dopo aver concluso il Day1 con un crono di 1,4 secondi più alto rispetto al miglior tempo della giornata, Garrett Gerloff ha concluso il Day2 di test ad Aragón con un distacco di soli 0,7 secondi. L'americano ha fermato il cronometro sul tempo di 1:51.133, contro l’1:40.403 di Scott Redding sulla Ducati ufficiale, che gli vale la settima posizione (leggi qui)

Se una caduta non avesse interrotto prematuramente il test per il pilota Yamaha, il divario forse avrebbe potuto essere ancora più basso.  

"Speravo di essere un po' più vicino ai primi” ha confidato l’americano. “Abbiamo testato delle cose basiche, è stato un test positivo sotto molti aspetti.

"Le condizioni meteo non ci hanno aiutato, ma abbiamo fatto qualche passo avanti. Abbiamo capito cosa può andar bene e cosa no, in linea di massima, però ci sono tantissimi elementi che vanno ancora analizzati nel dettaglio, e che sono importanti. E’ vero che nei test alla fine della giornata non c’è nessun premio, ma affronterò  ogni test come se fosse il weekend di gara. Devo capire tutto rapidamente”.