Leon Camier ha riportato due piccole fratture al polso e alla spalla sinistra nella caduta a Aragon, durante la seconda giornata di test. Per questo, il britannico del Barni Racing Team non potrà essere al via dei test domani, sul circuito di Jerez. D’accordo con il team manager Marco Barnabò, infatti, Leon Camier ha deciso di non intervenire chirurgicamente, e per questo i tempi di recupero saranno un po’ più lunghi. Di qui la decisione di non scendere in pista a Jerez.

LO SVILUPPO CONTINUA CON PIRRO - In attesa che Leon Camier rientri al 100% nei test di gennaio, il team Barni, però, sarà presente a Jerez, e sulla Ducati Panigale V4 R ci sarà il collaudatore della Ducati MotoGP Michele Pirro, che è anche pilota del Barni Racing Team nel CIV. Il pilota pugliese porterà dunque avanti il programma di sviluppo della ‘rossa’ per il mondiale.

Sono dispiaciuto per l'assenza di Leon perché i due giorni di test a Jerez sarebbero stati importanti per migliorare la confidenza con la moto, ma la sua condizione fisica è la cosa più importante”, ha commentato Marco Barbabò, team principal del Barni Racing Team.

Per questo motivo abbiamo deciso, di comune accordo, di non correre rischi. Tuttavia avevamo già pianificato di testare nuove soluzioni sulla moto e per questo motivo abbiamo deciso di scendere in pista con Michele (Pirro, ndr), un pilota che conosciamo molto bene ed estremamente sensibile alla guida. Penso che il suo apporto possa indicarci la strada giusta per sviluppare la moto in vista della stagione 2020”, conclude Marco Barnabò.