2 di 5

Kawasaki, semaforo sempre verde

Kawasaki parte - ovviamente - all’attacco, senza aver bisogno di nascondersi: il semaforo della griglia di partenza è verde per la formazione più titolata degli ultimi tempi. Sappiamo che Rea è l’uomo da battere, confermiamo che la Ninja ZX-10RR detiene la reputazione di moto più equilibrata del lotto. La verdona non è la più veloce e potente, ma la meglio equilibrata.

E poi, la quattro cilindri di Akashi può godere delle mani del cinque volte campione, che conosce la sua cavalcatura come Pecos Bill conosceva il suo purosange: al nordilandese manca solo il laccio in corda con cui intrappolare gli avversari, rimasti sino ad oggi a raccogliere le briciole avanzate dal Cannibale delle derivate.

Alex Lowes sa che l’opportunità 2020 è ghiotta. Da Yamaha a Kawasaki per l’inglese che, teoricamente, parte nel ruolo di seconda guida. Brutta condizione o bella? Dipenda: il gemello di Sam può avvalersi di una squadra che sa come vincere, il resto spetta a lui. Se non darà troppo fastidio a Rea, il podio è un obiettivo costante e quasi garantito. Cadute a parte.

2 di 5