Sono stati due giorni di test molto produttivi quelli che si sono svolti a Phillip Island per il BMW Motorrad team nei quali l'alfiere di punta Tom Sykes è riuscito ad accaparrarsi un secondo posto nella prima giornata e un quinto nella seconda, mentre il nuovo arrivato Eugene Laverty ha chiuso all'undicesimo posto della classifica a fine test.
Due risultati che mettono in luce il grande lavoro che il team BMW sta facendo, e adesso cresce la curiosità su quanto la S1000 RR riuscirà ad essere competitiva in questa stagione.

Sykes positivo


L'obiettivo di questi test, per entrambi i piloti che da venerdì scenderanno in pista per l'inizio della stagione, era quello di provare nuovi dettagli sulla BMW S1000 RR e di riuscire ad ottenere il maggior feeeling possibile.

Ovviamente, tra i due, Tom Sykes è stato l'alfiere che alla fine delle due giornate è stato più soddisfatto di come sono andati i test: ”Sono molto contento delle cose che abbiamo provato. - Ha detto - I nostri test invernali sono stati positivi. Non ci siamo concentrati tanto sul tempo nei vari giri quanto sul set up della moto. Avevamo un programma serrato da seguire e una volta arrivati a Phillip Island la nostra organizzazione è stata ripagata. Siamo riusciti a raccogliere un sacco di informazioni che avremo modo di studiare nei prossimi giorni per arrivare al giorno della gara il più preparati possibile, con l'obiettivo di vincere. L'obiettivo in generale di questa stagione sarà quello di arrivare a podio più volte che riusciremo e anche di lottare per la vittoria”.

Laverty ha bisogno di più tempo


Più cauto sulle sue dichiarazioni, visto anche che si sta approcciando da poco alla BMW è stato Eugene Laverty che invece avrebbe voluto avere più tempo per provare: ”Sono il tipico pilota - ha detto - che voglio sempre più tempo, anche un giorno in più per sentirmi più pronto, ma in ogni caso sono stati due giorni buoni di test. Abbiamo lavorato molto per preparare la moto e ci siamo concentrati sulla durata dell'intera gara, non sul giro singolo. Dobbiamo migliorare nel giro veloce, cosa che Sykes è stato in grado di fare, ma sono fiducioso che presto miglioreremo anche noi su questo".

SBK: le PAGELLE dei Test a Phillip Island