Scott Redding ha messo in fila tutti nella prima giornata di prove libere a Phillip Island.

Il pilota della Ducati è ovviamente molto soddisfatto del risultato e ha dichiarato che "Un podio nel fine settimana sarebbe bello - o anche una vittoria".

Poi Redding ha raccontato come ha siglato il giro veloce. "Ho iniziato con il long-run, mentre altri sono stati molto veloci nei primi giri", ha detto l'inglese. “Ho fatto una sorta di shakedown, ho fatto dei giri controllando le gomme e tutte le modifiche che avevamo fatto ai test, avevamo già migliorato molto, quindi ero già abbastanza soddisfatto. Poi abbiamo modificato la configurazione rispetto al test, abbiamo messo una nuova gomma e ho spinto ed è venuto il giro veloce, migliorando anche rispetto al test".

Senza esagerare


"Ho guidato solo al 70% nel long run perché volevo risparmiare le energie", ha aggiunto Redding. “Ho guidato completamente da solo, nessuno mi ha aiutato con la scia. E questo fa molta differenza su questo tracciato nelle ultime due e prime due/tre curve, significa anche due, tre decimi di secondo. So che li ho tasca se ho qualcuno che mi tallona…”.

Alla domanda se punta a fare come Alvaro Bautista lo scorso anno, che vinse tutte e tre le gare con un largo vantaggio con l'allora nuova Ducati Panigale V4R, Redding ha dichiarato che - ovviamente - sarebbe felice di fare qualcosa del genere, ma non si è sbilanciato più di tanto sulle previsioni.

“Facciamo i nostri passi man mano che siamo pronti. Non so nemmeno come funziona il sistema qui. Mi faccio vedere nella box quando è il turno delle superbike... Certo, un podio sarebbe bello - o una vittoria già questo weekend. Ma non posso fare altro che preparare la mia moto e me stesso nel miglior modo possibile. Non ho esperienza - non saprò cosa è giusto o sbagliato fino a gara1. Finora sembra tutto a posto. Rispetto alla Yamaha, perdiamo solo nel primo settore, dove potremmo migliorare”.

Intanto domani in qualifica Redding si cimenterà per la prima volta con una gomma da qualifica morbida durante un weekend di gara. "Ho solo un tentativo e devo fare molta attenzione", dice Redding. “Mi sento sempre lento con la gomma da qualifica, ma ti dà il 10% di grip in più e questo fa una grande differenza”, conclude il britannico.

VOTA IL SONDAGGIO: chi riuscirà a vincere nei tre round a Phillip Island?