Dopo l'annuncio da parte della Dorna di cancellare la gara in Qatar per la categoria MotoGP a causa della diffusione del coronavirus e le sempre più diffuse restrizioni per i viaggiatori, a sembrare molto a rischio è anche la gara Superbike che dovrebbe corrersi nel weekend dal 13 al 15 marzo sempre in terra araba.

Non è ufficiale ma...


Ancora non è stata data l'ufficialità da parte dell'organizzazione della Superbike, ma le misure restrittive che sono state messe in atto in Qatar a causa del coronavirus fanno pensare che il round delle derivate di serie potrebbe saltare o essere spostato.

Come per i piloti della MotoGP, infatti, anche per quelli della Superbike che solo ieri hanno concluso il weekend a Phillip Island, per entrare in Qatar ci sarebbe da affrontare il periodo di quarantena che è stato imposto e che andrebbe a sorpassare di gran lunga la data del 13 marzo, fissata per il primo giorno di prove. Anche se niente è ufficiale, quindi, la decisione del rinvio o della totale cancellazione sembra quasi scontata.

Intanto, ad aggravare ulteriormente la situazione, è arrivata anche la notizia che vedrà il Gp della Thailandia, per la MotoGP, slittare di diversi mesi.

Per la Superbike, quindi, la cosa più logica, anche se in questo momento la logica conta pari a zero, sarebbe quella di saltare il round del Qatar per dirigersi direttamente in Spagna, a Jerez, dove dal 27 al 29 marzo dovrebbe corrersi un terzo o secondo round della stagione.

SBK: moto e squadre 2020