Dopo la MotoGP, anche la Superbike potrebbe essere coinvolta dalle disposizioni per contenere l’epidemia di Coronavirus. Ve lo avevamo anticipato ieri che il round del Qatar potrebbe essere spostato (leggi qui). Oggi la possibilità è sempre più concreta. Se così dovesse essere, la data del recupero verrà decisa considerando i tempi e i modi di una nuova riasfaltatura.

La SBK con il nuovo asfalto


E’ noto, infatti, che l’asfalto del circuito di Losail tende ad essere molto abrasivo quando il vento trasporta la sabbia in pista e, al contrario, offre poco grip con l’umidità notturna e anche i cordoli sono sono irregolari e scivolosi. Considerando che le gare della MotoGP e ormai anche della Superbike si disputano sotto i riflettori, la riasfaltatura andrebbe ad evitare proprio questo problema di scarsa aderenza in determinate condizioni.

Se dunque il round del mondiale Superbike in Qatar dovesse saltare, il recupero della gara avverrà dopo la riasfaltatura: operazione che, del resto, era già stata decisa da tempo.

Il round delle derivate dalla serie a Losail era stato anticipato rispetto allo scorso anno proprio per procedere alla riasfaltatura immediatamente dopo, ma il Coronavirus sta scompigliando anche questi progetti.