Rebecca Bianchi è giovane, brillante, simpatica e... attenta! Essere seguiti in uno dei corsi Rebèl The Riding School, direttamente da lei, è una esperienza rivelatasi istruttiva ed utile. Ogni nozione viene spiegata con senso di causa e passione, per uno staff composto da tecnici federali.

Rebecca, "pilotessa" abile e grintosa, rappresenta un movimento femminile a due ruote in costante crescita, nel quale la spagnola Ana Carraso è la prima punta mondiale: "Ana ha dimostrato che con una moto ufficiale, inserita in un team all'altezza, può vincere le gare - la Bianchi spiega il valore della collega iridata - a parità di moto ha battuto il compagno di squadra e tutti gli altri uomini iscritti alla Supersport 300"

Ci sono differenze tra i maschi e le femmine. nella guida di una moto al limite? Secondo Rebecca, sì: "La donna ragiona molto di più, l'uomo è istintivo. Comunque, a parità di condizioni, i valori tra i due sessi sono equivalenti, perché nel motociclismo conta molto pure il team".

Guardate qui l'intervista completa!

Il Gran Premio di Moto3 ha visto la vittoria di Arenas, ma a divertire è stato Arbolino