Camminando lungo la infuocata (causa sole rovente andaluso) pit lane dell'Angel Nieto, abbiamo incontrato Leandro Mercado, pilota che porta al debutto la Ducati del team Motocorsa, squadra capitanata da Lorenzo Mauri. "Tati", sembrava fisso in contemplazione, con lo sguardo dritto sulla sua cavalcatura: "Caspita, hai visto che roba - il numero 36 punta il dito verso il garage - la Panigale V4 R Motocorsa è proprio bella. Anzi, sa che ti dico? Questa V4 R è la moto più bella che io abbia mai guidato e poi, le ali sono state verniciate con una colorazione speciale".

Sprint Decisivo, Mercado: “È difficile arrivare in Europa dall'Argentina”

È vero, le ali della Ducati di Mercado godono di una dedica particolare: "Quando sono arrivato in officina - la rivelazione - ho visto le ali con la bandiera argentina. Spettacolo, non lo immaginavo. Il team mi ha fatto una bellissima sorpresa, che io ho apprezzato tantissimo. A noi piloti questi gesti piacciono, perché si instaura immediatamente un clima sereno e di unione nel box".

Jerez è il primo round mondiale per Motocorsa e Tati vuole fare del proprio meglio: "Siamo andati benissimo nei test effettuati a Misano prima e a Barcellona in seguito. A proposito, bella pista quella del Montmelò. veloce, tecnica, difficile. Ora però c'è da pensare a questo fine settimana. Il mio obiettivo è mettercela tutta, provando a migliorare in ogni sessione cronometrata. Poi, le tre gare: farà molto caldo, mi sono preparato per la situazione. Bevo molto, mangio le cose giuste, mi sono allenato per simulare temperature e sforzi. Voglio dare il massimo, perché entro fine anno, mi piacerebbe entrare in top five".

Genesio Bevilacqua ed Althea lanciano Lorenzo Gabellini nel mondiale SBK