Chi si aspettava di vedere il nome di Redding o Rea davanti a tutti, potrebbe essere rimasto sorpreso nel constatare che è stato Loris Baz il migliore del venerdì, grazie al crono di 1'40”249 siglato nelle FP1.

Una prestazione su cui ha sicuramente inciso il nuovo motore che, da questo round, alimenta la Yamaha #76 del team Ten Kate. Un bell’aiuto per il transalpino, che però non è troppo convinto che avere un propulsore più potente sarà un aspetto determinante sul tracciato andaluso.

“Ha un po’ più di potenza", ha detto Baz parlando del nuovo motore. Non penso sia una pista dove possa fare una differenza abissale, ma avere un po’ di potenza in più ci sta aiutando molto, perché siamo stati i più veloci della prima giornata. Su questo circuito, però, non penso sarà l’aspetto più importante. L’abbiamo visto la scorsa settimana, che non è la moto più veloce quella che vince. Di sicuro aiuterà, ma non è la cosa più rilevante”.

SBK Jerez: a Rinaldi le seconde libere, a Baz il venerdì

Caldo e gomme


A Jerez, infatti, a fare la differenza potrebbero essere ben altri aspetti, come strategia, gestione delle gomme e un’ottima resistenza al caldo, sia da parte del pilota, che del motore. Il quale, come ha dimostrato la MotoGP (dove la Yamaha è già andata in crisi di motore), sarà messo a dura prova dalle alte temperature.

“Oggi non è andata male. Mi aspettavo peggio - ha detto Baz a proposito del caldo -. Anche la gomma, ha avuto sicuramente un calo, ma non una roba da matti come a Barcellona: nei test era anche peggio. Sono molto felice anche per il feeling, ma domani farà ancora più caldo e sappiamo che quando guidi la moto è sempre difficile in queste condizioni. Ho fatto un giro dietro a Marco ed è complicato stare dietro a qualcuno. È un tipo di gara in cui partire davanti aiuta molto”.

Ma prima di pensare a scappare in gara, il pilota francese dovrà concentrarsi su una decisione fondamentale: la scelta degli pneumatici da montare prima del via.

“Abbiamo un’ampia scelta di gomme e non le abbiamo usate tutte - ha spiegato Loris -. Ne abbiamo provata una al posteriore, che non mi è piaciuta molto. Dobbiamo fare delle verifiche, perché è successo spesso che quando abbiamo un buon set-up e montiamo la gomma nuova, non funziona e ci troviamo a dover cambiare tutto per far funzionare lo pneumatico. Non penso che avremo il tempo per farlo questa settimana, credo che terremo la gomma normale. Ma dobbiamo decidere l’anteriore perché tutte e tre le gomme funzionano bene. Decideremo domani. Faremo altri giri nelle FP3 e poi sceglieremo”.

SBK: 3.520 gomme Pirelli per Jerez. Debuttano le nuove SC1 e Z0121