“Sono molto felice di essere di nuovo sul podio”, dice Chaz Davies al termine dell’ 1-2 siglato con il secondo posto di Gara 2.

Il duro lavoro fatto durante i test ha dato i suoi frutti e il gallese, ringalluzzito da una Panigale galvanizzata dalle alte temperature, ha spazzato via la delusione di Phillip Island con un weekend trascorso sempre in scia ai primi.

Niente di stupefacente rispetto al fine settimana del compagno di squadra Scott Redding - capace di vincere ben due gare su tre -, ma si tratta comunque di una prestazione che dà morale a Davies, parso finalmente a suo agio con la V4 R.

“L’obiettivo erano tre podi venerdì dopo le prove libere - svela Chaz -, ma sfortunatamente non sono riuscito a farcela. Comunque è bello finire bene il weekend. La moto era davvero buona, molto solida, avevo un ottimo pacchetto sin dalle FP1. Sono molto felice per me e per la squadra, per la doppietta di Gara 2”.

“Non sono riuscito a stare con Scott”


Scattato dalla quinta casella, il gallese si è fatto largo sgomitando con un Rea in crisi e un tenace Razgatlioglu, portandosi sul finale alle spalle del suo compagno di squadra, che dettava il passo in testa alla corsa.

“Abbiamo fatto un gran lavoro. Non ho sbagliato la partenza, sono partito abbastanza avanti ed è andata molto bene - ha raccontato -. Scott andava veramente forte, fin dall’inizio, e non ho potuto stare con lui. Ne aveva di più ed era davvero difficile fare questa battaglia sul ritmo. Guadagnavo qualcosa ogni tanto, poi perdevo qualcosa. C’era un punto in cui vedevo che riuscivo ad avvicinarmi un pochino e mi sono detto ‘stai in guardia’... ma ha condotto bene la gara, ha controllato tutto il tempo".

“Sono molto contento per il risultato. Potevamo avere un podio in più, ma ci riproviamo settimana prossima”.

Davies rilancia la sfida a Portimao


Il gallese, infatti, avrà subito l’occasione per rifarsi del podio mancato in Gara 1, perché tra meno di sette giorni le derivate di serie torneranno a darsi battaglia sul circuito di Portimao. Ma sulla pista portoghese è lecito aspettarsi una Ducati in palla quanto in Andalusia?

"Mi piace pensare di sì - dice il ducatista -. Lo scorso anno siamo andati bene lì, abbiamo fatto secondo in Gara 1. E penso che il pacchetto sia migliorato da allora. Le condizioni di questo weekend andavano molto bene con il set-up della nostra moto. Non dovrebbe essere molto diverso lì. Vedremo cosa riusciremo a fare”.

Melandri, positivo il ritorno in gara: "Ho preso 6" da Rea, e fino a due settimane fa ero in bici..."