“Questo circuito è quello che temevo di più, soprattutto alle alte temperature, quindi non è un risultato negativo", dichiara Jonathan Rea dopo un sesto posto in Gara 2 difficile da manadre giù.

Sotto il sole torrido di Jerez, infatti, cinque volte Jonathan Rea infatti ha siglato un secondo posto in Gara 1 e una vittoria nella Sprint Race ma in Gara 2 il suo risultato è stato al di sotto delle aspettative.

La vittoria numero 90


Nella Superpole Race, disputata alle 11.00, e quindi con temperature leggermente più clementi rispetto al pomeriggio, Rea ha siglato un ottimo start e poi ha spinto forte per conquistare la vittoria con 0,522 secondi su Scott Redding.

È stato il secondo successo della stagione 2020 per Rea, che si era aggiudicato l’ultima gara in Australia, conquistando la vittoria sempre nella Superpole Race.

Un successo particolarmente importante quella di Jerez per Rea, sia perché arriva su un circuito con il quale il nordirlandese non ha un gran feeling, sia perché è la vittoria numero 90 per Rea, e la 75esima da quando corre con Kawasaki, nel 2015.

“E’ stato molto bello, e ho sentito subito che era la mia occasione”, ha detto Rea, che nel primo giro ha guadagnato 6 decimi su Redding. “Ho fatto una partenza incredibile e poi ho mantenuto un ritmo davvero buono, quindi sono stato in grado di godermi davvero la gara negli ultimi giri”, racconta Rea.

Jerez positiva per Melandri: “Ho preso 6" da Rea, e due settimane fa ero in bici...”

Gara 2 frustrante


In gara due è stato difficile perché quando ho buttato la moto giù alla terza curva e ho accelerato verso la quattro, non avevo la trazione giusta, e poi ha continuato così. E’ stato frustrante. Avevamo lo stesso set-up della Superpole Race e il cambio di set-up rispetto alla giornata precedente è stato minimo, quindi dobbiamo guardare i dati”, aggiunge Rea.

Nell'ultima gara del fine settimana, infatti, Rea ha preso il comando e ha percorso in testa il primo giro, ma poi il nordirlandese è stato superato da Scott Redding al secondo giro. Alle prese con problemi di grip, Rea si è piazzato sesto al traguardo.

In classifica iridata ora Scott Redding è in testa con 98 punti e Rea è ora secondo a quota 74. La rivincita è fissata già per il prossimo fine settimana in Portogallo, a Portimao, dal 7 al 9 agosto.

SBK Jerez, Redding: “Il mio obiettivo è il titolo, nient'altro”