Grazie al crono di 1'42”103 siglato a Portimao, Toprak Razgatlioglu chiude il venerdì della SBK portoghese da leader di giornata, in una classifica combinata che lo vede in testa con la Yamaha R1 M ufficiale.

Il turco numero 54 è (moderatamente) soddisfatto del proprio lavoro, infatti, egli stesso spiega come sia quasi insolita la piacevole situazione:Sono felice, perché è la prima volta che mi trovo in testa dopo il venerdì di prove libere (ride). A parte gli scherzi, abbiamo lavorato bene e questo è un buon inizio. Finalmente, la moto è pronta per la gara, dopo tante modifiche e lavoro compiuto nel box insieme ai ragazzi della squadra".

Che strategia avete provato?

Sono state da noi fatte prove di passo gara, comparazioni di gomme sulla lunga distanza. Mi sentivo molto bene nella guida, però sto attento, perché so che pure Rea e gli altri avversari domani andranno forte. Saranno tre corse tirate, come sempre in SBK".

I tuoi rivali hanno criticato il tuo stile di guida, descrivendolo pericoloso.

No, per me è tutto normale. Sostengono che io freni troppo forte, io dico che per me sia la normalità. Pensano che io rischi troppo? A me va bene così, se ho un buon set up della moto, freno forte, piego al limite e rialzo immediatamente. La SBK và guidata un po’ stop and go, io faccio così”.

Se un rivale provasse a frenare più forte di te, cosa faresti?

Semplice, riapro il gas (ride)”.

A Portimao si rivedrà il pubblico sulle tribune