Prima giornata in Algarve piuttosto interlocutoria per Scott Redding. Il leader del Mondiale ha chiuso al quinto posto la classifica combinata delle libere a mezzo secondo dalla Yamaha di Razgatlioglu, un risultato positivo considerando che è solo la seconda volta che vede il rollercoaster portoghese da quando è sbarcato nel Mondiale.

Qualche problema a trovare il ritmo giusto con le gomme usate nella sessione della mattina non ha permesso a Scott di essere subito competitivo, migliorando però nella sessione pomeridiana. Il mezzo secondo di distacco accusato alla fine è frutto dei miglioramenti fatti con gomme nuove come i suoi avversari.

"Ero un po’ in difficoltà"


La mattina ho avuto qualche problema - ha detto Scott nelle interviste rilasciate al sito della Superbike - ho provato diverse gomme per capire quale si adattasse meglio a me. Abbiamo provato qui in inverno quando le condizioni erano leggermente migliori di adesso. Ho fatto fatica questa mattina a trovare un buon ritmo, nel pomeriggio ho girato con la gomma usata stamattina ma ero 1” dai più veloci che erano davanti a me, quindi ho messo la stessa gomma e ho migliorato il mio passo. Il lavoro che ho fatto questa mattina mi ha poi aiutato nel pomeriggio”.

Devo migliorare tanto me stesso. Ho girato molto con gomma usata, che richiede un diverso stile di guida e soltanto nell’ultima uscita ho messo la gomma nuova. Devo migliorare il mio ritmo ed anche il feeling con la moto in un paio di curve ma sono piuttosto soddisfatto”.

Portimao è una pista nuova per me, ho girato solo nei test ma penso che possiamo salire sul podio e vincere anche le gare. Oggi mi sono sentito uno degli sfavoriti, però il passo non era male. Vedremo domani come saremo messi con le gomme e faremo del nostro meglio per la pole position contro una Yamaha veramente forte sul giro secco”.

Razgatlioglu: “La mia guida pericolosa? Per me è normale”