Di tutti i circuiti presenti nel calendario 2020 della Superbike, quello del Montmelò, a Barcellona, che ospiterà il sesto round stagionale, è il più impegnativo in assoluto dal punto di vista degli impianti frenanti. A detta dei tecnici Brembo che lavorano con 17 dei piloti schierati in griglia di partenza.

MotoGP vs SBK


Da quest’anno su questa pista corrono le due categorie regine e se in Superbike i freni vengono usati 10 volte, in MotoGP viene registrata una frenata in meno. La differenza è rappresentata dalla terza curva, nella quale le Superbike devono rallentare di 28 km/h, mentre chi guida un prototipo non è costretto a servirsi dei freni. 
Inoltre, in un giro della pista di Barcellona i piloti della Superbike usano i freni per poco più di 27 secondi e mezzo, contro i 29 secondi della MotoGP: la ragione va ricercata nelle maggiori velocità toccate da queste ultime che determinano la necessità di frenare più a lungo per entrare in curva.

Classifica


Delle 10 frenate, 4 sono considerate altamente impegnative per i freni mentre 3 sono di media difficoltà e le altre 3 sono leggere. Così come per la MotoGP, la più dura in assoluto è la prima curva, complice il rettilineo da oltre un km (1.047 metri per la precisione) che la precede: per calare da 310 km/h a 100 km/h i piloti frenano per 4,4 secondi con un carico sulla leva di 6,1 kg. In quell’arco di tempo le moto percorrono 236 metri.?

SBK, il varco di Barcellona attende Rinaldi e... la sua firma da ufficiale