A dire il vero, per Samuele Cavalieri il weekend di Barcellona non rappresenterà il debutto mondiale. Il giovane pilota emiliano ha esordito in SBK nel 2019 a Misano, pista che affrontò con la Panigale V4 R del team Motocorsa. Al Circuito de Catalogna, Samuele avrà ancora una Ducati, ma quella Barni, squadra per cui milita con eccellenti risultati nel Campionato Italiano Velocità.

Samu76 è allenato, pronto e carico: "Sono felicissimo, è difficile spiegare quanta sia la soddisfazione per me provata in questo momento - la gioia di Cavalieri - perché è bello sapere che non seguirò il weekend SBK davanti alla TV, bensì, mi godrò le azioni direttamente in pista. Sarà importante lavorare con metodo, senza che io mi faccia prendere da una eccessiva foga. Il mio obiettivo è imparare più cose possibili".

Gli avversari forti sono tanti e il portacolori Barni ha il giusto atteggiamento: "Johnny Rea, su tutti. Sarà molto bello scendere in pista con lui, ma anche con gli altri, perché qui abbiamo il meglio della categoria. Dalla mia ho una conoscenza del tracciato, sebbene nel CEV io abbia girato nella configurazione prevista dalla Formula, cioè, senza i curvoni finali e con la esse di rallentamento. A parte quella variante, la pista mi piace e so che girarci con una Superbike sarà una situazione diversa, nuova. Sarà importante per me adattarsi a tutto".

Tutto comprende pure la moto. La V4 R mondiale non è uguale alla Ducati preparata per il CIV: "Infatti, dovrò adattarmici presto - conferma - per fortuna le sessioni sono numerose, giriamo spesso. Le differenze tra i due modelli ci sono e si sentono, coi bravi ragazzi del team Barni proveremo a partire con la base utilizzata nel Campionato Italiano. Motore, elettronica, sospensioni e bilanciamenti si differiscono, proverò a capire il pacchetto in meno tempo possibile".

Samuele Cavalieri si congratula con Rinaldi, nuova stella in SBK


Un altro giovane azzurro sta facendo benissimo nel mondiale e Samuele si congratula con uno degli avversari del weekend: "Rinaldi è stato molto bravo, sono contento per lui. Non mi aspettavo che Michael Ruben potesse vincere così presto, dato che prima di Teruel non era riuscito a salire sul podio.  Gli faccio i complimenti e... proverò ad imparare pure da lui".

Tre gare non spaventano Cavalieri, che ha già un metodo: "Lavorare con metodo, appunto. Ogni turno sarà sfruttato nel migliore dei modi. In gara poi proveremo a concretizzare il nostro operato. Arriviamo dalle gare di Imola, io sono in forma, ce la metterò tutta per fare bene, dando il massimo".

La SBK del Montmelò si può seguire in TV ai seguenti orari