14 luglio 2019 - 20 settembre 2020, ci è voluto più di un anno a Chaz Davies per ritornare sul gradino più alto del podio, dove il gallese è riuscito a poggiare i piedi centrando la vittoria nell'ultima gara al Montmelò.

Un risultato che fa bene tanto al morale del gallese - il cui futuro in SBK sembra essere ancora incerto -, quanto a quello del team Aruba.it Racing, che a fine tappa vede un Redding, senza più feeling con la Panigale, naufragare a 51 punti da Rea, che già pregusta il sapore del sesto Mondiale.

“È stata una grande vittoria. La sensazione è quella di essere riusciti a mettere insieme tutti i pezzi del puzzle. Forse lo abbiamo fatto con un po’ di ritardo, ma la cosa importante è aver raggiunto questo obiettivo", ha detto Chaz a fine giornata, ripensando a quel successo che ha rivolto alla sua famiglia.

"Questa vittoria è dedicata alla mia bellissima bambina e a mia moglie - ha spiegato nel parco chiuso -. Tutta la famiglia ha passato momenti difficili ed è grandioso essere qui ed essere rientrato nella battaglia".

"Avevo un feeling spettacolare con la moto"


Un risultato importante quello conquistato dal gallese, che ha costruito la sua vittoria a partire dalla Superpole Race, dove è riuscito ad assicurarsi una buona posizione di partenza per Gara 2. Scattato bene al via, Davies si è portato al comando al quarto giro sbarazzandosi di Rinaldi; riuscendo poi a resistere a Michael van der Mark, per involarsi verso la vittoria, mentre l'olandese, dopo un piccolo errore, si giocava la seconda piazza con Gerloff.

"È stata davvero una bella gara - ha raccontato Chaz -. Avevo un feeling spettacolare con la moto. Ieri e anche un pochino nella Superpole Race avevamo sempre la sensazione di inseguire qualcosa, ma oggi, invece, la moto era completamente nelle mie mani. Ho cercato di gestire le gomme, ma allo stesso tempo di andare forte".

"Ringrazio la mia squadra che anche ieri sera ha lavorato fino a tardi per sistemare alcune cose sul set up che poi hanno funzionato alla grande - ha aggiunto -. Il passo gara è stato molto buono fin dai primi giri e questo mi ha permesso di rimanere in testa per gestire la gara. Sono davvero molto soddisfatto”.

SSP600 Catalunya: Locatelli vince Gara 2 e si laurea Campione