124 sono ancora i punti in palio nel campionato Superbike e Scott Redding scenderà in pista a Magny-Cours con l'obiettivo di ridurre il distacco di 51 punti dal leader Jonathan Rea. Sul circuito francese, dove lui non ha mai corso e dove il nord-irlandese ha vinto il titolo negli ultimi tre anni, andrà in scena il settimo appuntamento stagionale e il meteo potrebbe mischiare le carte in tavola.

Redding


L’impresa sarà ardua, ma l’inglese appare fiducioso e ha detto: “Non ho mai gareggiato sul circuito di Magny-Cours. Sembra però un circuito molto interessante e anche adatto alla Ducati Panigale V4 R e questo potrebbe essere un buon punto di partenza”. Avere una nuova sfida davanti lo emoziona e ha ammesso: “Mi piace molto correre in circuiti nuovi e sono molto motivato. Troveremo condizioni climatiche imprevedibili e questo renderà il weekend ancora più eccitante. So che il team sta già lavorando e non vedo l’ora di essere in pista”.

Davies


Nel round precedente il gallese è tornato al successo, che mancava dallo scorso anno, e ha ammesso: “È un buon momento e dopo la vittoria ed il terzo posto a Barcellona vogliamo continuare in questa direzione. Nel weekend di Montmelò il feeling con la moto è stato davvero molto solido”. Questo miglioramento è dovuto ad un grande lavoro dietro le quinte e i benefici sono diversi: “Se le sensazioni con l’anteriore erano positive già da alcune gare, credo che adesso siamo riusciti a sistemare anche il feeling con il posteriore. Daremo il massimo a Magny-Cours anche se non sappiamo in quali condizioni meteo dovremo correre”.

SBK, a Magny-Cours si frena per il 31% della gara