Jonathan Rea avrebbe voluto chiudere il discorso-titolo a Magny-Cours e affrontare il round dell’Estoril già con il numero 1 sulla sua Kawasaki: non ne fa mistero il nordirlandese, che dopo Gara 2 spiega le difficoltà che gli hanno impedito di concludere sul podio, ultimo risultato utile per aggiudicarsi il mondiale con un round d’anticipo.

Con il podio nel mirino


“Anche nel warm up della Superpole Race ho visto che avevo difficoltà di trazione, perdevo molto in uscita dalla curva 5. L’accelerazione in generale era ottima e riuscivo ad essere aggressivo, ma nelle curve ‘stop and go’ avevo troppo spinning”, spiega Rea.

Comunque mi sono divertito, ho guidato al limite. Avevo messo nel mirino un altro podio, ma quando Chaz (Davies, ndr) mi ha sorpassato ho visto che non riuscivo a riprenderlo. Io facevo il tempo nella parte opposta della pista rispetto a Chaz, nella chicane e nelle curve 1, 2 e 4, ma in altri punti della pista guadagnava lui. Ma le gare sono così, oggi ho dato il massimo, non potevo veramente fare di più”.

“Mi servono solo 3 punti”


Rea appare tranquillo e comunque soddisfatto del risultato, anche se è costretto a rimandare i festeggiamenti per il suo sesto mondiale consecutivo al prossimo round.

“Vincere il titolo è l’obiettivo dall’inizio dell’anno, ma oggi era impossibile. Ma andare all’Estoril con questo vantaggio è davvero incoraggiante, specialmente dopo che abbiamo iniziato la stagione un DNF a Phillip Island. Ma abbiamo continuato a lavorare, a vincere gare il più possibile… e round dopo round ci siamo avvicinati sempre di più al titolo.

“Oggi non volevo vincere la gara, ma speravamo di chiudere qui il campionato. Anche se mi servono solo 3 punti e ho tre opportunità nel prossimo round all’Estoril. Voglio davvero vincere il titolo, l’obiettivo è quello”.

La moto da cross resta in garage


Rea ha sottolineato quanto non fosse prioritario vincere la gara oggi a Magny Cours.

“Al primo giro mi sono reso conto di quanto Scott volesse vincere e ad un certo punto ho deciso di lasciarlo passare, non mi importava. Non ero pronto a fare pazzie per vincere la gara”.

Per vincere il titolo Scott Redding deve vincere le prossime tre gare e sperare che Rea non faccia più di 3 punti.

“Terrò la moto da cross in garage prima del prossimo round”, conclude Rea con una punta di humor.

SBK Magny Cours, Baz: “Maggiore è la pioggia, più vado forte io”