Adesso è ufficiale: Andrea Locatelli passerà in SBK a fine stagione, lasciando la Supersport da numero 1. Il bergamasco è un rookie nel paddock delle derivate e, con il lavoro del team Evan Bros, ha sbaragliato il campo nella 600, riscrivendo i record di categoria.

La forza ed il modo con cui il Loka ha vinto, ha convito - gioco di parole - Andrea Dosoli, Responsabile Yamaha nei campi gara. Per il giovane tifoso dell'Atalanta è stato approntato un contratto biennale e, aspetto importante, l'inserimento nel team ufficiale, il Crescent Pata che oggi schiera Van Der Mark e Razgatlioglu.

L'olandese passerà a BMW, si sa da tempo; il turco rimarrà al suo posto, dividendo il garage con Andrea. La cosa bella è che Toprak e Locatelli compiano gli anni lo stesso giorno: entrambi sono nati il 16 ottobre 1996 e, volendo pensarci, la squadra potrebbe organizzare una sola festa per i propri piloti.

Yamaha, che squadra 2021! In arrivo pure Nozane dal Sol Levante


Locatelli e Razgatlioglu, cioè, due purosangue nel team ufficiale. In GRT rimarrà Garrett Gerloff, rivelazione americana 2020. Sebbene sia al primo anno nel paddock europeo, il texano ha mostrato numeri meritevoli. È stato ufficializzato l'arrivo anche di un nuovo innesto, proveniente dal Giappone.

Il suo nome è Kohta Nozane, uomo Yamaha per eccellenza, che affiancherà Gerloff nel Team GRT. A questo punto, Caricasulo dovrebbe essere spostato in Supersport, sempre che Federico accetti. In Ten Kate rimarrà Loris Baz, sperando di avere materiale aggiornato. 

Lucio Pedercini fa acqusti: all'Estoril il belga Loris Cresson