"Si dice il peccato e non il peccatore", giusto?! Ecco fatto: una persona del paddock, molto competente e bene informata, ci ha regalato la seguente novella: Bayliss correrà in SBK nel 2021. Ovviamente - però, peccato - non il grande ed esperto Troy, bensì il molto più giovane figlio, Oliver.

Li abbiamo incontrati a Phiilip Island, nella settimana del primo round stagionale. Oli stava partecipando al campionato nazionale 600 e, già che c'era, si è  messo in luce nella Supersport iridata. Dopo pochi mesi, il suo debutto nella Superbike Aussie, in sella ad una Ducati. Con podio ottenuto, peraltro.

Ebbene, la nostra "talpa" ci ha riferito che Oli potrebbe arrivare in Europa ben presto, cioè, all'inizio del 2021. Destinazione, Erba e dintorni, presso la sede del team Motocorsa. La preparata squadra di Lorenzo Mauri ha una lista di papabili piloti, tra cui il figlio del tre volte campione. Oli Bayliss, a sto punto, è un sogno che potrebbe diventare realtà.

Dopo l'Australia, è il Portogallo il luogo ove Toprak Razgatlioglu è tornato al successo