Michael Ruben Rinaldi è l’uomo scelto per sostituire Chaz Davies alla guida della Panigale V4R Factory del team Aruba.it Ducati al fianco di Scott Redding. Una decisione che ha suscitato non pochi malumori tra i ducatisti, incluso lo stesso Chaz Davies si è detto deluso per la decisione).

Nel sondaggio che abbiamo lanciato, vi abbiamo chiesto se il giovane riminese, al secondo anno completo di Superbike, fosse l’uomo giusto per affiancare il numero 45 l’anno prossimo (già dai test di Estoril di lunedì).

Davies: “Il mio futuro non è nelle mie mani. Volevo restare dove sono ora”

La vittoria del no


La risposta che vince con il 51%, a cui si somma un altro 10% di contrari (“No, accanto a Redding ci vuole un buon gregario. Era meglio tenere il gallese”) è “No, Davies ha dimostrato di essere ancora un ottimo pilota. Dovevano dargli fiducia”; andando quindi contro la scelta di Borgo Panigale di affiancare Rinaldi al confermato Redding nella prossima stagione.

Le due risposte negative testimoniano l’affetto che il popolo ducatista nutre nei confronti di Davies, anche alla luce delle ultime prestazioni offerte dal gallese.

SBK, operazione recupero: il sogno Althea - Davies

Pochi voti a favore


Solamente il 39% dei votanti ha sposato la politica di Ducati del “largo ai giovani” votando “Sì. Rinaldi è giovane e ha fatto una grande stagione. Merita il posto da ufficiale” focalizzandosi sull’incredibile stagione compiuta dal riminese in una squadra privata e famigliare con meno pressioni addosso rispetto ad un team factory quale è la struttura di Stefano Cecconi.

Rinaldi e Locatelli, la Superbike è vostra