La seconda giornata di test della Superbike sul circuito di Jerez de la Frontera si è conclusa con il settimo tempo in classifica per Andrea Locatelli, rookie di casa Yamaha e campione del mondo Supersport in carica. Il pilota italiano ha dichiarato di essere contento del lavoro svolto, con la consapevolezza di averne ancora molto da svolgere prima di poter arrivare nelle posizioni di vertice della classifica.

"Sto cercando di comprendere in fretta la moto"


"Abbiamo fatto un grande passo in avanti - ha detto il 24enne del team ufficiale Yamaha - specialmente per quanto riguarda le gomme da gara, con cui abbiamo un ottimo passo. So che ci sono ancora tanti aspetti da migliorare e mi sto concentrando soprattutto sulla mia posizione di guida, ma sono solo i primi kilometri in sella alla Superbike, perciò per ora possiamo essere soddisfatti."

Pensando al proprio passato nel Motomondiale, Andrea è sicuro di aver fatto la scelta giusta passando alle derivate di serie: "Non mi pento delle scelte che ho fatto e non mi guardo indietro ripensando al mio passato. Se sono arrivato in Superbike dopo aver vinto un mondiale, significa che sono sulla strada giusta. Jonathan Rea ne è la conferma, visto che ha girato più forte della MotoGP. E' il pilota da battere e lo studierò a fondo per migliorare."

Test SBK Jerez: le prime immagini della nuova Kawasaki ZX-10RR 2021