La stagione 2021 del mondiale Superbike è ufficialmente iniziata con la due giorni di test a Jerez della settimana scorsa, ma il capitolo mercato resta tutt’altro che chiuso, con alcuni team ancora in cerca del giusto pilota da schierare. La casa con il maggior numero di tasselli da aggiungere al proprio puzzle è certamente Ducati, la quale conta quattro team satelliti su quattro ancora incerti sui propri piani per la prossima stagione

La struttura maggiormente sotto i riflettori è ovviamente Go Eleven, legata a doppio filo in queste settimane a Chaz Davies. Sfumata la possibilità di sbarcare in MotoGP con Aprilia, il gallese sta continuando la sua trattativa fiume con Ducati ed il team piemontese, che sta ovviamente facendo di tutto per accaparrarselo.

Chaz ha già ricevuto la rassicurazione da Borgo Panigale circa il pacchetto “da pilota ufficiale” a sua disposizione, e sta definendo con Ducati i dettagli del proprio accordo. Al momento dunque nessun contratto è stato firmato, ma la sensazione è che il countdown verso l’ufficialità sia prossimo a terminare.

Tre piloti per una sella. La situazione in casa Barni

Più complicata la situazione invece legata al team Barni, reduce da una stagione negativa iniziata con Leon Camier e terminata con Matteo Ferrari, con gli intermezzi di Marco Melandri e Samuele Cavalieri. I due nomi in cima alla lista del team di Marco Barnabò sono quelli di Tito Rabat e Loris Baz, alle prese con due situazioni diverse, ma dal destino simile.

Lo spagnolo è in cerca di una sistemazione dopo aver perso il posto in MotoGP, ma ha anche chiaramente rivelato di non volere più portare un aiuto economico ai team per correre, cosa che potrebbe far rallentare la trattativa. Il francese dal canto suo viaggia sin dall’inizio sulla stessa lunghezza d’onda, ed è in attesa di sviluppi sul fronte Ten Kate, il cui futuro in Superbike non è ancora chiaro.

In questo duello potrebbe inserirsi anche Sandro Cortese, offertosi a Barni (con il quale ha già svolto un test ad inizio 2020) per tornare in pista dopo l’infortunio patito a Portimao. Il campione SSP 2018 avrebbe dalla sua parte il fattore finanziario, potendo mettere sul piatto un contributo monetario, ma questo potrebbe non bastare. Per non escludere nessuna pista, il tedesco ha fatto un tentativo anche con Go Eleven, che però al momento (come scritto) sopra ha in mente soltanto Chaz Davies.

Motocorsa e Brixx, il 2021 è (quasi) scritto

Completando l’analisi dei team azzurri, il team Motocorsa potrebbe concedere una chance ad Axel Bassani: il pilota di Feltre è sceso in pista con la struttura di Lorenzo Mauri ad Estoril, nel lunedì successivo al round iridato, e quello che doveva essere un semplice test sembrerebbe invece essere stato l’inizio di una nuova avventura.

Quasi del tutto definiti infine i piani del team Brixx, che salvo colpi di scena dell’ultimo minuto schiererà ancora per la seconda stagione completa consecutiva Sylvain Barrier, alla ricerca di riscatto dopo una stagione molto difficile.

SBK, quinta Yamaha in arrivo: pronto Christophe Ponsson